Gio 5 Settembre 2019

Matteo Berrettini conquista una storica semifinale agli US Open

Dopo 42 anni torna il tricolore nella semifinale della Grande Mela

Sono servite 4 ore a Matteo Berrettini per scrivere la storia.

All’ Arthur Ashe Stadium il giovane ventitreenne di Roma batte Gaël Monfils e si qualifica per la semifinale degli US Open 2019. Cinque set tiratissimi (3-6, 6-3, 6-2, 3-6, 7-6) e 48 game, per una gara che è apparsa tanto spettacolare quanto ricca di alti e bassi.

Un match con tante imperfezioni, ma anche tanto cuore

Arrivato ai quarti battendo Gasquet, Thompson, Popyrin e Rublev, Matteo non parte col piede giusto nel match contro il francese (già semifinalista a New York nel 2016) e concede il primo set, forse a causa della forte tensione. Dopo aver dominato secondo e terzo parziale cede un break che gli costa il quarto. Nel 5°sul 5-3 ha il match point per chiudere la partita, ma incappa in un doppio fallo che gli costa caro. Il romano sembra cedere di nervi, ma è bravo a ricomporsi proprio in vista del tie-break, che domina anche grazie anche a Monfils che, in diverse occasioni, sembra fisicamente esausto (da record, quasi, i 17 doppi falli). Il 5° set, al pari e forse più degli altri, si delinea come un’altalena di emozioni, ma alla fine Matteo ha la meglio e, tra gioia e incredulità, vola in semifinale.

Ed ora si pensa alla semifinale

Il torneo non è ancora finito: voglio dare battaglia nel prossimo match“: è determinato Matteo che, salito un altro gradino verso l’immortalità del tennis italiano, sfiderà ora lo spagnolo numero due del mondo: Rafael Nadal. Il trentatreenne è considerato tra i tennisti più forti di sempre e ha già vinto tre volte gli US Open. È al secondo posto della classifica ATP ed è il più forte tra gli atleti rimasti in gara: arriva in semifinale dopo aver battuto l’argentino Diego Schwartzman per 6-4, 7-5, 6-2.

Berrettini, come abbiamo detto ventitreenne, è al 25esimo posto della classifica ATP dei tennisti professionisti ed è presente ai tornei del Grande Slam l’anno scorso, raggiungendo gli ottavi di finale all’ultima edizione di Wimbledon, il torneo di Londra. Il romano è il secondo italiano a conquistare una semifinale nella grande mela dopo Corrado Barazzutti, nel 1977.

Il match “Spagna – Italia” si terrà Venerdì 6 Settembre a New York e sarà in assoluto il primo scontro diretto tra i due tennisti. L’orario della partita è ancora da definire: potrebbe iniziare alle 23 ora italiana oppure dopo la fine dell’altra semifinale, quella tra il russo Daniil Medvedev e il bulgaro Grigor Dimitrov.