Lun 9 Settembre 2019

Gp d’Italia: Leclerc fa sognare ancora

Dopo la vittoria di Spa la Rossa di Maranello replica a Monza

Due su due: e Charles Leclerc c’è. Il 21enne monegasco fa sognare ancora e se è vero che in molti guardavano a Monza come una possibile riscossa per la rossa di Maranello, è altrettanto vero che in pochi si aspettavano due successi consecutivi del giovane pilota Ferrari.

Eppure Leclerc affronta le sfide con grinta e batte il cinque volte campione del mondo Lewis Hamilton per ben due volte di fila con margini ridottissimi sempre inferiori al secondo: una conferma che la supremazia del motore Ferrari su circuiti a basso carico è molto risicata? Sicuramente: hanno fatto la differenza le strategie, ma soprattutto il talento e lo studio. Sì, perchè sin dalla gara di Budapest la concentrazione di Leclerc è stata diretta alle gomme e a trovare un modo per farle durare in gara il più a lungo possibile. Tattica che sembra aver funzionato, almeno stando a quanto dichiarato da molti piloti nel dopogara.

Mancano ancora 7 gare al termine della Formula 1 (clicca qui per il calendario completo) e il vantaggio del pilota inglese della Mercedes è corposo (63 punti più di Leclerc)

La Ferrari torna sul podio, a Monza, dopo 9 anni

Leclerc vince nel tempio della velocità davanti a Bottas e riporta la Ferrari sul gradino più alto del podio sul tracciato brianzolo dopo nove anni: l’ultimo successo era stato di Fernando Alonso nel 2010. Alla gioia e sconcerto del giovanissimo pilota si aggiungono le parole di sostegno da parte del team e, ancor più importanti, i complimenti degli avversari. Primo tra tutti Lewis Hamilton ammette la difficoltà nel sostenere il ritmo della rossa, ma soprattutto si congratula con Leclerc per aver sostenuto la pressione in gara.

Che dire? Chapeau alla stella che, forse, stiamo vedendo emergere in questi giorni!